L’acqua Totale corporea TBW è il componente più abbondante del corpo umano ed è suddiviso in due grandi compartimenti: i fluidi intracellulari ICF (ICW) e i fluidi extracellulari ECF (ECW)

L’analisi dell’impedenza bioelettrica ha dimostrato essere un valido strumento per la valutazione sia della TBW che dei fluidi intra ed extracellulari ICW – ECW (Armstrong et al, 1997, Matias et al, 2013. Matthie et al,. 1998;. Luna et al, 2008).

 

L’esame BIA-Dex®

 

L’esame è molto semplice da eseguire: vanno rimossi tutti gli oggetti metallici. Le misurazioni vengono effettuate su una superficie isolata da conduttori elettrici, il soggetto va posizionato supino su un lettino con gli arti inferiori e superiori divaricati di 45 °, e le mani in posizione prona. Vengono applicati 2 elettrodi sulla superficie della mano e 2 sul piede (omolateralmente) secondo le procedure descritte nei vari studi (Hoffer, Meador, e Simpson, 1969; Nyboer, 1959).

L’esame è molto preciso ed attendibile ed ha una buona validità predittiva dei compartimenti corporei la cui stima viene elaborata attraverso le misure bioelettriche di Rz, Xc e PA rilevate e visualizzate direttamente sul display dell’analizzatore BIA-Dex®.

 

 

          

 

 

Non una semplice analisi Impedenziometrica limitata alle stime della Massa magra e della Massa grassa ma un’analisi approfondita della composizione corporea che si analizza la qualità della Massa Magra stessa e la distribuzione dei Fluidi.

 

Le valutazioni

 

  • Valutare quando e come l’allenamento di resistenza può favorire anche l’ipertrofia muscolare osservando sugli atleti gli eventuali aumenti sul lungo termine dei fluidi intracellulari ICW e della Massa cellulare BCM.

 

  • Valutare dell’effetto dei workout di resistenza sulla TBW e le sue componenti intra ed extracellulari ICW e ECW ai fini di una valutazione completa dello stato di idratazione.

 

Spesso è interessante osservare che l’aumento dell’acqua totale TBW si è verificato principalmente proprio a causa di un incremento dei fluidi intracellulari ICW.

 

 

L’aumento del contenuto ICW può essere correlato a diversi fattori:

 

  • L’Idratazione cellulare è massimizzata da esercizi che si basano molto sulla glicolisi, con il conseguente accumulo di lattato che agisce come un fattore primario nelle variazioni osmotiche nel muscolo scheletrico (Frigeri et al, 1998. Sjogaard et al., 1985).

 

  • L’allenamento di resistenza RT causa un aumento di accumulo di glicogeno (MacDougall, Ward, Vendita, e Sutton, 1977), e dato che il glicogeno ha un effetto osmotico (trattiene 3 grammi di acqua nella cellula per ogni grammo di glicogeno), un aumento di riserve di glicogeno può mediare un equilibrio di proteine ​​muscolari favorendo nel corso del tempo un aumento dell’idratazione cellulare. (Chan, Johnson, Moore, Kapadia, e Dudley, 1982)

 

  • Le fibre rapide sono particolarmente sensibili alle variazioni osmotiche. Considerando che la percentuale di fibre a contrazione rapida è proporzionalmente più elevata negli uomini che nelle donne (Sale et al, 1987, Schantz et al, 1983), e dato che le femmine hanno un metabolismo del glicogeno più ridotto rispetto ai maschi (Tarnopolsky 2008), si può valutare un maggior aumento dei fluidi intracellulari ICF negli atleti di sesso maschile.

 

Lo stimolo metabolico negli sport di resistenza porta ad una serie di eventi cellulari che vanno a regolare lo stato dei fluidi intracellulari ICW, pertanto l’eventuale l’aumento di ICW può essere collegato all’ipertrofia muscolare (Schoenfeld, 2012, 2013).

Analogamente lo stimolo muscolare associato allo stato di idratazione cellulare può innescare la proliferazione delle cellule satelliti e facilitare la loro fusione di miofibre ipertrofizzanti (Dangott, Schultz, e Mozdziak, 2000).

Pertanto la valutazione dell’idratazione intracellulare è fondamentale in quanto si è evidenziata una correlazione tra l’ICW , l’aumento della sintesi proteica e la diminuzione della proteolisi (Haussinger, 1996; Haussinger et al 1993, Millar et al. 1997).

L’analisi impedenziometrica eseguita con un dispositivo professionale (misurazione diretta della Resistenza, della Reattanza e dell’angolo di Fase PA , analisi Fluid Graph e BCM Graph (analizzatore BIA-Dex®) viene considerata uno tra i migliori metodi indiretti a basso costo e con una grande applicabilità sia in ambito patologico che sportivo.

Le valutazioni dei fludi intracellulari ICW e della BCM massa cellulare metabolicamente attiva, aiutano il nutrizionista nella gestione e programmazione dei macronutrienti in modo tale che l’assunzione energetica sia adeguaga e sufficiente durante le fasi progressive dei training RT e sostenere una maggiore ipertrofia muscolare.

 

 

mascaretti srl facilities – composizione corporea
Via Mamiani 24-26 – 60125 Ancona – Tel. 071.2071338 – Fax 071.2071345
info@mascaretti.it   composizionecorporea.com

BIA-Dex® è un marchio registrato di proprietà della mascaretti srl
Copyright © 2017 – La documentazione all’interno di questo sito è di proprietà della mascaretti srl.

 

Torna alla lista articoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi