Anche nel calcio come in altre discipline le prestazioni atletiche si evolvono facendo al contempo emergere problematiche connesse sia alla nutrizione che ai programmi di allenamento.

Il calcio può essere considerata un’attività di endurance caratterizzata da sprint brevi ripetuti dove vi è la necessità di mantenere elevati i livelli di forza, resistenza e agilità per tutta la durata della competizione (90 min). La distanza media coperta dai giocatori d’elite durante una partita varia considerevolmente in funzione del ruolo ed è stata stimata essere circa 8-13 km con un tasso medio di dispendio energetico di circa 16 kcal / min, corrispondente ad un consumo di ossigeno di circa il 75% del massimo (Bangsbo, J. Fitness Training in Football. Bagsvaerd 1994).

Le esigenze del tipo di preparazione e della tipologia di allenamento possono variare a seconda del momento della stagione, il livello della competizione agonistica e numerosi altri fattori.

Ad esempio durante la preparazione pre-stagione agonistica solitamente il carico di lavoro è più elevato.

Bassi livelli di disidratazione (anche 1-2% della massa corporea) possono compromettere le performances atletiche. Tale deficit di prestazioni, riscontrato sia nel calcio che in altre pratiche sportive di resistenza è spesso causato da perdite di sudore non reintegrate tempestivamente o in molti casi, solo parzialmente.

La valutazione dei fluidi totali Intra ed extracellulari diventa indispensabile nei controlli di routine e pre-post competizione per ottenere rapidamente valide indicazioni sullo stato di idratazione del calciatore.
.

Uno stato di disidratazione influisce negativamente anche nella performance cognitiva, che è un aspetto importante nel calcio. La situazione può peggiorare quando alla disidratazione si associa uno stato di ipertermia. Come dimostrato da Gopinathan et al. una perdita di fluidi corporei pari al 2% del peso corporeo iniziale indotta dallo sforzo fisico compromette la funzione cognitiva.

Effettuare un’analisi della composizione corporea e monitorare le sue variazioni diventa indispensabile per ottenere risultati migliori.

 

 

.

Anche in questa disciplina come in altre a livello agonistico per eccellere sono determinanti alcune caratteristiche morfologiche e della composizione corporea (FFM Massa magra, BCM Massa cellulare, TBW Fluidi corporei, FM massa grassa).

Considerando l’intensità dello sforzo e la durata della partita, ciascun giocatore/atleta svolge una funzione specifica all’interno della squadra e necessita di specifiche caratteristiche fisiche.

Valutare le variabili morfologiche dei calciatori attraverso un modello bi-compartimentale (BW peso corporeo = FFM massa magra + FM massa grassa) attualmente può risultare inadeguato in quanto non prevede l’analisi della componente metabolicamente attiva all’interno della massa magra (BCM) e non prevede l’analisi dei fluidi intra ed extracellulari.

.

2COMP

.

3COMP_BCM

.

La valenza del BIA-Dex® sta nella misurazione diretta di Resistenza Rz e Reattanza Xc che consente la stima di BCM, TBW, ICW e ECW offrendo informazioni dirette sullo stato nutrizionale, forma fisica e idratazione del calciatore.
La ricerca infatti ha dimostrato come un approccio corretto alla composizione corporea esige il modello tricompartimentale considerato un punto di riferimento (Heyms, Wang, Visser, Gallagher, e Pierson, 1996), poiché consente un’analisi dettagliata prendendo in considerazione la distribuzione della massa magra in modo analitico.
La composizione corporea è un fattore chiave che permette di valutare e migliorare le qualità fisiche dei giocatori di calcio professionisti.

Uno degli obiettivi della valutazione della composizione corporea è quello di differenziare e quantificare diversi compartimenti corporei.
Nel calcio professionistico, le valutazioni vengono utilizzate per determinare la preparazione fisica in vista delle competizioni e per monitorare gli effetti degli allenamenti e degli interventi dietetici.
Ad esempio un eccesso di FM massa grassa ha un effetto deleterio sulle azioni di locomozione generali e specifici del calcio, come lo stacco aereo, recuperi etc.

La massa priva di grassi FFM, che comprende la massa cellulare/muscolare BCM è essenziale per garantire e massimizzare velocità, forza, resistenza, potenza, e per prevenire il rischio infortuni (Arden & Spector, 1997; Karlsson et al., 2003).

Un nuovo approccio per la valutazione la composizione corporea e lo stato fisico dell’atleta è quello di stimare la BCM massa metabolicamente attiva. Tale compartimento rappresenta la massa globale delle cellule viventi e comprende Muscoli, Organi, Fluidi Intracellulari ICW, etc.  Costituisce il tessuto metabolicamente attivo del corpo e ne determina il livello di stato fisico gnerale. E’ correlata al metabolismo basale e al dispendio energetico.
I valori di normalità della BCM si attestano intorno al 35-40% del peso corporeo.

 

       

.

.Attualmente, il “gold standard” per la quantificazione della BCM è la misurazione attraverso la tecnica con isotopi radioattivi, metodica complessa e non pratica per un utilizzo quotidiano ambulatoriale.

L’analisi dell’mpedenza bioelettrica (BIA) è un metodo non invasivo, ripetibile ed attendibile per l’analisi della composizione corporea che consente di stimare velocemente la BCM con la semplice applicazione di 4 elettrodi superficiali posizionati su mano e piede.

.

ELETT_oriz

.

Analizzare la composizione corporea nei calciatori è importante non solo al fine di valutare la variazione di peso in modo quantitativo e qualitativo, ma anche per selezionare meglio i giocatori nei ruoli specifici.

La stima della BCM aiuta a valutare le condizioni metaboliche e della forza, (Moore FD, Olesen KH, McMurray JD, Parker HV, Ball MR, Boyden) e può essere considerato un valido predittore della condizione atletica, delle prestazioni e dello stato salute rispetto alla semplice valutazione della FFM e della FM.

L’ECM massa extracellulare contiene i tessuti non attivi metabolicamente pertanto il rapporto tra ECM/BCM nei soggetti che non praticano costantemente attività fisica è utile per interpretare eventuali deficit nutrizionali.

Negli atleti agonisti in particolar modo nelle discipline dove vengono richieste forza, potenza e resistenza il rapporto ECM/BCM può essere essere utilizzato come un indice per valutare la qualità della massa muscolare stessa: minore è il valore del rapporto ECM/BCM migliori possono essere le condizioni atletiche. I valori oscillano in funzione della disciplina sportiva, dello stato di forma fisica e dell’età dell’atleta. (valori indicativi 0,55 – 0,99)

 

.

Redazione mascaretti srl – composizione corporea

.

Bibliografia

– McMillan K., Helgerud J., Macdonald R., Hoff J., Physiological adaptations to soccer specific endurance training in professional youth soccer players. Br J Sports Med,
– Maughan, R.J. Water and electrolyte loss and replacement in exercise. In: Nutrition in Sport, R.J. Maughan (Ed.). Oxford: Blackwell, 2000,
– Maughan, R.J., J.B. Leiper, and S.M. Shirreffs. Fluids and electrolytes during exercise.2000
– Maxwell, N.S., F. Gardner, and M.A. Nimmo. Intermittent running: muscle metabolism in the heat and effect of hypohydration. Med. Sci. Sports Exerc. 1999.
– McGregor, S.J., C. Nicholas, H.K. Lakomy, and C. Williams. The influence of intermittent high-intensity shuttle running and fluid ingestion on the performance of a soccer skill. J. Sports Sci.1999.
– Body cell mass measured by bioelectrical impedance spectroscopy in professional football (soccer) players.
Melchiorri G, Monteleone G, Andreoli A, Callà C, Sgroi M, De Lorenzo A.
A. Andreoli • G. Melchiorri • M. Brozzi • A. Di Marco • S.L. Volpe • P. Garofano • N. Di Daniele
– A. De Lorenzo Effect of different sports on body cell mass in highly trained athletes – Acta Diabetol (2003)
– Characteristics of body tissue composition and functional traits in junior football players – Anna Burdukiewicz *, Jan Chmura, Jadwiga Pietraszewska, Justyna Andrzejewska, Aleksandra Stachoń, Jarosław Nosal University School of Physical Education, Wrocław, Poland

 

mascaretti srl – wellness technologies
Via Mamiani 24-26 – 60125 Ancona – Tel. 071.2071338 – Fax 071.2071345
info@mascaretti.it   composizionecorporea.com

BIA-Dex® è un marchio registrato di proprietà della mascaretti srl
Copyright © 2017 La documentazione all’interno di questo sito è di proprietà della mascaretti srl.

 

Torna alla lista articoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi